Due

In questi giorni di confusione, timore, eccitazione per i miei progetti e quant’altro è successa questa tragedia, il pluriattentato a Parigi. Non c’è un motivo particolare per cui, in questo evento mi sia sentita particolarmente coinvolta. Amo Parigi sebbene ci sia stata una volta sola e in vacanza, quindi vivendola da turista e si sa, non è come viverla davvero. Le cose che mi hanno colpito di più son state il clima bruttissimo sebbene fosse maggio e l’aria che si respirava. Mi sembrava di stare in una città perfetta, dove tutto funzionava, i neri viaggiano in metro con i bianchi e non vengono guardati con sospetto o con sufficienza ma anzi, si possono permettere orologi molto belli. I miei occhi hanno visto la parità, l’integrazione, l’esempio perfetto della globalizzazione. O almeno, questo è quel che è sembrato di vedere a me. Purtroppo negli ultimi anni le cose son cambiate in generale, si sente molto di più il “problema” dell’immigrazione e la paura, la diffidenza verso chi è diverso è tanta. Certo, di esempi che supportano questa teoria di odio verso chi viene dall’est, dal medio oriente o dall’africa ce ne sono tanti. Sono cresciuta in una società leghista quindi discorsi di questo genere ne ho sentiti davvero tanti. L’italiano medio però guarda troppo nello specifico e poco la visione globale delle cose. Non vede più quanti uomini italiani ammazzano le mogli. Non vede più cosa fa la mafia, dove i criminali sono italiani e la situazione è la stessa da (quasi) sempre. Ci dimentichiamo che il male l’abbiamo già in casa e chissà quanti italiani all’estero sono dei criminali. Si parla di chiudere le frontiere: ci rendiamo conto che questo è un fenomeno che non si può arrestare? E’ la storia! La migrazione fa parte della storia dell’uomo da quando l’uomo esiste. Ci ricordiamo cos’hanno fatto gli antichi romani? Le guerre per conquistare le nuove terre le facevano ammazzando gente che si stava facendo la propria vita tranquilla. Eppure noi dell’antica Roma parliamo con orgoglio. Abbiamo dimenticato cos’abbiamo fatto noi Europei ai nativi americani? E, sempre in quell’occasione, al popolo africano? Non abbiamo giustificazioni. Il grande popolo americano ha origini europee. Noi per primi siamo stati migranti. Ci siamo imposti in territori nuovi con la forza e la violenza. Quello che abbiamo studiato nei libri di storia è realtà, sono fatti. Come possiamo pensare che ci sia un popolo di buoni e uno di cattivi? E di essere sempre dalla parte dei buoni, oltretutto. Dobbiamo renderci conto che l’unica soluzione sia accogliere il fenomeno della migrazione, per quanto assurdo possa sembrare, detto soprattutto il giorno dopo un attentato di questo livello. Accoglierla e trovare il modo migliore per farlo. Vi siete mai fermati a pensare quale sia lo scopo di un attentato? Pensate che ci stiano dicendo “Vi prego, accettateci, vogliamo integrarci con voi.”? No, lo scopo è proprio quello di fomentare l’odio nei loro confronti. E se così faremo (istigati oltretutto da “grandi” politici italiani, purtroppo ancora influenti e coraggiosi nello sfruttare queste tragedie per portar l’acqua al proprio mulino) seguiremo il loro gioco. Faremo esattamente quello che vogliono e avranno vinto.
Secondo me va quindi distinto il discorso sull’immigrazione dal discorso attentati. Uno dei due va condannato, ma l’altro no. Non facciamoci perciò abbindolare da chi usa la tragedia di ieri sera per dar più ragione alle sue idee politiche che richiamano l’odio e il razzismo. Non facciamoci prendere dalla paura per poi non capire cosa realmente succede, quali siano i fatti.
Annunci

Un pensiero su “Due

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...